Emicrania in menopausa

Sappiamo che l’emicrania risente degli ormoni soprattutto gli estrogeni. Pertanto tra emicrania e menopausa, durante la quale c’è una variazione ormonale, esiste una correlazione.

Nel periodo fertile delle donne ed in preclimaterio il mal di testa è senz’altro più presente. Inoltre il menarca, le mestruazioni, la gravidanza, la menopausa, l’uso di contraccettivi e la terapia ormonale sostitutiva influenzano questo dolore tipicamente femminile.

L’emicrania di solito inizia con il menarca, diventa frequente durante le mestruazioni e migliora durante la gravidanza e dopo la menopausa. si pensa che il calo improvviso degli estrogeni, prima delle mestruazioni e nel periodo preclimaterico, faciliti l’emicrania mentre nella postmenopausa si rivela un miglioramento.

Sembra che l’emicrania senza aura sia più influenzata dagli ormoni rispetto a quella aura.

Gli ormoni prescritti come terapia possono influenzare il decorso del mal di testa, la cessazione di tali ormoni può aumentare l’emicrania così come la terapia ormonale sostitutiva in menopausa la peggiora.

Gli studi effettuati sull’emicrania in menopausa sono spesso contrastanti. Si può comunque affermare che il dolore interessi le donne nelle fasi mestruali e nel periodo perimenopausale che non nella menopausa.

Di Riccardo Rinaldi

2016-07-09T11:19:06+00:00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi