L’obesità aumenta il dolore

I pazienti sottoposti ad un intervento per obesità (chirurgia bariatrica) presentano una variazione della sensibilizzazione centrale al dolore. La perdita di una media del 29% del peso iniziale porta a questa diminuzione del dolore.

Si pensa che il meccanismo centrale non è correlato al peso ma a probabili variazioni ormonali o a differenze genetiche in risposta alla chirurgia bariatrica. In alcuni soggetti, come avviene nel diabete, l’ infiammazione impiega più tempo a scomparire o non si risolve del tutto. In conclusione, in questi soggetti obesi, il dolore non deriva soltanto dal carico meccanico correlato al peso, ma piuttosto a variazioni infiammatorie e ormonali che agiscono a livello centrale nella sensibilità al dolore.

2018-04-22T12:12:58+00:00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi