Medicina Rigenerativa

Potremo fare a meno delle protesi?

Le nuove tecnologie consentono trattamenti impensabili fino a pochi anni fa. Possiamo sfruttare come mai prima, le nostre cellule staminali e le nostre potenzialità autorigenerative. Il nostro corpo ha capacità autorigenerative enormi, le nuove tecnologie e la ricerca scientifica hanno permesso di sfruttarle in patologie come l’artrosi del ginocchio e dell’anca.

Ormai è possibile raccogliere, con un semplice prelievo ematico, cellule ad alta capacità rigenerative come dimostra il device HCRP, diverso dal classico PRP o terapie similari, unico sistema di selezione cellulare “selettiva” che va oltre la classica centrifugazione del plasma come avviene per tutti gli altri sistemi.

Si distingue da tutti gli altri per l’alta concentrazione finale e per la qualità dei fattori di crescita attivi, citochine e chemochine.

Con esso si recupera il 90% di cellule giovani che liberano il più alto numero di fattori di crescita disponibili, rispetto a quelle più anziane isolate con i classici sistemi PRP. Con questo nuovo device non parliamo di soli fattori di crescita ma di unità rigenerative cellulari (URC) di altissima qualità e concentrazione.

Le URC rappresentano la più capace e potente fonte rigenerativa autologa derivata da prelievo ematico. Inoltre il sistema è dotato oltre che di efficacia anche di massima sicurezza. A differenza del PRP o terapie simili, tutta la fase di selezione cellulare avviene completamente a circuito chiuso sterile ed automatizzato. Il concentrato di URC non subisce alcuna manipolazione o contatto con l’aria, particolarità che rende questo sistema il più sicuro ed efficace.

2018-06-27T12:47:49+00:00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi