PERIDUROLISI PERCUTANEA

PERIDUROLISI PERCUTANEA 2013-02-19T14:24:00+00:00

La Peridurolisi percutanea è una metodica altamente specialistica che trova indicazione elettiva in tutti quei pazienti che presentano una sintomatologia dolorosa dopo essere stati sottoposti ad un intervento chirurgico al rachide.

Procedura:
Cenni di anatomia: lo iato sacrale risulta dalla assenza dell’arco della V° e, occasionalmente, anche della IV° vertebra sacrale; è localizzato in linea con la cresta mediana sacrale, il suo confine laterale è formato dalle corna sacrali ed è incluso dai legamenti sacro coccigei.
Il canale sacrale ha un diametro di 2-10 mm e la sua capacità varia da 12 a 65 ml. Circonda e protegge le meningi che normalmente terminano a livello di S2, più raramente S3, medialmente e caudalmente alle spine iliache postero superiori.
Posizione del paziente : paziente in posizione prona, cuscino sotto la pelvi e le gambe aperte con i talloni girati verso l’esterno per detendere i mm glutei. Negli obesi viene utilizzato del cerotto per separare la piega glutea.

Descrizione della metodica: previo consenso informato e scritto da parte del paziente, la peridurolisi è condotta sterilmente su paziente prono posizionato sul letto radiotrasparente, con un cuscino in corrispondenza delle creste iliache. La procedura è un atto chirurgico per cui si porrà grande cura alla sterilità, alla disinfezione, alla definizione di un campo operatorio. L’operatore indosserà camice sterile, guanti sterili, cappello e maschera.
Viene garantito un accesso venoso ed il monitoraggio dell’ecg, della pressione arteriosa incruenta e della saturimetria periferica. Viene effettuata profilassi antibiotica circa 30 minuti prima dell’inizio della procedura.
Il punto di ingresso dell’ago (Epimed R-K, 16G) avviene in un’area situata 1-2 cm lateralmente e 2-3 cm inferiormente allo hiatus nella regione glutea controlaterale alla zona da trattare.

Si pratica in questo punto Anestesia locale per infiltrazione. L’ago viene inserito nel punto di accesso e diretto verso lo iato, supera il legamento sacrococcigeo e deve rimanere al di sotto del forame di S3. Il corretto posizionamento dell’ago va confermato con fluoroscopia in posizione laterale (LL) prima e successivamente in antero posteriore (AP).
Dopo aspirazione lenta vengono iniettati 10 ml di contrasto idrosolubile sotto controllo rx in AP. Il contrasto si dispone nel canale vertebrale con caratteristico aspetto ad “albero di natale”, in cui il tronco è rappresentato dalle strutture interne al canale ed i rami dalle radici nervose che escono dalla colonna. La presenza di fibrosi e/o adesioni si presenterà come difetto di riempimento a tali livelli.

Il catetere (Epimed Tun-L-Kath) viene quindi introdotto attraverso l’ago sotto controllo continuo di fluoroscopia in AP. La progressione del catetere viene effettuata lentamente e, nel caso di progressione errata, viene ritirato delicatamente di alcuni centimetri, e poi fatto riprogredire.

Se la procedura è corretta il catetere avanza 2-3 cm lateralmente alla proiezione delle spinose nel lato scelto. Il posizionamento del catetere nella zona voluta può essere facilitato piegando di circa 15° la estremità del catetere stesso. In presenza di fibrosi molto estesa possono essere necessari diversi passaggi per posizionare la punta del catetere nella zona desiderata; in questo caso il catetere va quindi parzialmente ritirato ed reinserito più volte. La particolare forma dell’ago R-K permette l’esecuzione di questa manovra con basso rischio di lesione del catetere.
Una volta in posizione, il corretto piazzamento nello spazio ventrale peridurale viene confermato in PL e, dopo aspirazione negativa, vengono iniettati 5-10 ml di contrasto idrosolubile, 1500 U.I. di ialunoridasi in 10 ml di fisiologica (rapidamente) e quindi 10 ml di ropivacaina allo 0,2%.

GUARDA IL VIDEO

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi