Laser Terapia, Infiltrazioni e acido ialuronico per il gomito del tennista

L’epicondilite (precisamente epicondilite omerale), è un’infiammazione dei tendini che vanno a gravare sul gomito, in dettaglio sull’epicondilo laterale. È una dolorosa infiammazione conosciuta anche come gomito del tennista, dato che colpisce spesso gli sportivi di questa categoria, o gomito del granchio. Similmente, nell’epitrocleite o gomito del golfista la zona dolente del gomito è invece quella mediale dove sono interessate le relative inserzioni osteo-tendinee.

Tuttavia, l’epicondilite non va intesa come una patologia che riguarda solo un piccolo gruppo di sportivi, ma riguarda anche chi sta molto tempo con gli arti superiori fermi nella stessa posizione per altri motivi, come un dattilografo, un pianista o uno scrittore che usi la tastiera. In genere i medici consigliano di cercare di prevenirla, riscaldando sempre bene le articolazioni prima di dedicarsi a degli sforzi intensi, come il culturismo, il power lifting, altri tipi di sport o lavori di natura manuale. Si tratta di un disturbo di carattere invalidante, che, qualora non affrontato con la giusta terapia, può cronicizzare.

Sintomi

Il dolore è localizzato dove queste fibre si attaccano all’osso sul lato esterno del gomito o lungo i ventri dei muscoli epicondiloidei all’avambraccio. Le cause di questa tendinite possono essere o i microtraumatismi in conseguenza di movimenti ripetitivi sportivi o lavorativi o traumi diretti con successiva infiammazione dell’inserzione tendinea di questi muscoli al gomito. L’epicondilite insorge pertanto in soggetti sportivi ed è tipica di giocatori di tennis (da qui il nome di gomito del tennista). Clinicamente si manifesta con dolore ad insorgenza subdola, con dolenzia durante l’uso combinato di mano, polso e gomito. Il dolore può aumentare la sera, dopo la giornata lavorativa. Solitamente la sintomatologia diventa più intensa per entità e durata, con maggior impaccio funzionale e riduzione progressiva dell’attività lavorativa fino ad una vera e propria impotenza funzionale antalgica.

Terapie per alleviare il dolore da epicondilite

Le terapie usate per curare il dolore da epicondilite o gomito del tennista sono:

  • acido ialuronico;
  • laser terapia;
  • infiltrazioni specifiche;
  • agopuntura.

È possibile effettuare un trattamento dell’epicondilite mediante terapia infiltrativa sotto guida ecografica utilizzando semplicemente un ago e farmaci quali il cortisone o l’acido ialuronico.

La laser terapia è un trattamento che consiste nel trattamento della zona infiammata con un raggio elettromagnetico La luce laser è capace di stimolare i processi di guariggione grazie all’incremento dell’attività metabolica, alla vasodilatazione, all’incremento del calore locale, all’aumento del drenaggio linfatico.

La Neuralterapia, è una moderna, efficace e rapida tipologia di cura basata sul uso di anestetici locali .
Il nostro corpo, e in particolare il sistema nervoso, è attraversato da un continuo flusso di informazioni. Informazioni errate o eccessive possono disturbare o bloccare il corretto funzionamento degli organi. La Neuralterapia rimuove questi blocchi, riabilitando i naturali meccanismi di autoregolazione.

L’agopuntura è una tecnica terapeutica messa a punto in Cina circa 2.500 anni fa e tramandatasi fino ai tempi nostri sulla base di antichi testi giunti fino a noi. Probabilmente è la più antica e longeva tecnica per curare le malattie mai inventata dall’uomo. L’ agopuntura è uno strumento per la terapia del dolore privo di effetti collaterali che può essere parte di una gestione integrata del paziente.

2017-03-22T18:27:33+00:00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi